Abiti da sposo: idee matrimonio 2018.

  

Andare all’altare è senza dubbio uno dei momenti più importanti nella vita di un uomo. E tra i ricordi che manterranno vivo quel giorno rimarrà per sempre anche l’abito da sposo. Ecco qualche consiglio per scegliere come vestirsi il giorno del proprio matrimonio.

  1. Due o tre pezzi?
    L’abito potrà essere a due o tre pezzi, entrambi d’uguale eleganza ma differenziati solo dall’aggiunta, nel vestito a tre pezzi, del gilet. Grande attenzione deve essere posta anche per il rever della giacca. Sciallato, tipico delle giacche da smoking, quello firmato Tagliatore, o a punta lancia come quello usato per il tight e scelto da Luigi Bianchi Mantova per l’abito drop 8 in fresco lana a tre pezzi.


  1. La vestibilità
    Segue forme asciutte la vestibilità di giacca e pantaloni, quest’ultimi appena sotto la caviglia per cadere dolcemente sulla scarpa. Aderente anche il gilet il cui compito sarà quello di seguire le linee del busto senza creare antiestetici piegamenti.

  1. Il colore
    I più apprezzati rimangono due: blu scuro e nero. Sono ammesse piccole texture ton sur ton come quella proposta da Tagliatore per il suo abito drop 9 per il quale viene creato anche un raffinato effetto a contrasto tra la superficie del vestito e i revers lucidi.


  1. La camicia
    Fondamentale la camicia bianca, meglio se con abbottonatura coperta e polso gemelli. Evergreen il collo italiano classico che si presta con facilità a cravatta o papillon. Sempre d’eccellenza i marchi impegnati nella realizzazione di camicie da sposo. Spiccano in quest’ambito i nomi della veneta Borsa e della sartoria napoletana Barba.


  1. Le scarpe
    Due le tipologie di scarpa possibili: Derby o Oxford. Ad allacciatura aperta, la scarpa Derby si distingue per lo spazio presente tra l’allacciatura, assente invece nel modello Oxford. Quali scarpe da sposo scegliere? Viene preferita una stringata Oxford con allacciatura chiusa. Il modello può essere decorato con bande ricamate a fori in punta o a coda di rondine (Duilio), anche se rimane sempre più adatta una scarpa dalla superficie liscia con puntale diritto come quella proposta da Doucal’s.

  1. Gli accessori
    Via libera a pochette in seta abbinate a papillon o cravatta. Un solo accorgimento: optare per tinte unite o lavorazioni tono su tono alle quali accostare un fazzoletto da taschino in fantasia. Molto romantica la scelta del fiore all’occhiello abbinato rigorosamente al bouquet della sposa. Gioiello maschile per eccellenza, il gemello conferisce un tocco di classe intramontabile e viene sapientemente trasformato in accessorio da collezione dall’italiana Monart.

Ottenere il look ideale può essere semplice seguendo piccoli accorgimenti. Semplicità è eleganza, questa la regola alla base di ogni scelta raffinata e di stile.

Scopri tutti gli abiti da cerimonia nell’apposita sezione on-line o vieni a trovarci nei nostri negozi di Treviso, Mestre e Montebelluna.

Journal
Contrassegnato , , , , , , , , , , , , ,

Rione Fontana Emporium

C’è profumo di novità nell’aria! Il nostro Rione Fontana Emporium cambia volto e regala fantastiche offerte irresistibili! Il negozio rimarrà chiuso Giovedì 8 febbraio e riaprirà Venerdì 9 alle 15:30 con una svendita imperdibile che durerà fino al 25 febbraio.

Rione Fontana Emporium si trova a Cassola (VI) in Via San Giovanni Bosco 10.
Tel +39.0424.534037

 

News
Contrassegnato , , , , , , ,

Rione Fontana a Pitti Uomo 93

Rione Fontana a Pitti Uomo 93

1243 attori sparsi in un set di 60.000 metri quadri. Stiamo parlando di Pitti Uomo 93. Ad inaugurare la settimana della moda maschile italiana ci pensa Pitti Live Movie che quest’anno sceglie di celebrare il cinema e il suo legame con la moda. Ed è all’interno di questo enorme palcoscenico della Fortezza da Basso che le novità dell’Autunno Inverno 2018-2019 fanno il loro esordio in scena.

Pino Lerario, direttore creativo di Tagliatore

A destra, Pino Lerario, direttore creativo di Tagliatore

Continua a tramandarsi di generazione in generazione la passione sartoriale di Tagliatore che con il genio e la forza di Pino Lerario si amplia attraverso la creazione di un’esclusiva collezione di calzature. Sette modelli tra Derby, Oxford, mocassini e Duilio (a coda di rondine) tutti realizzati in Italia secondo l’antica tradizione artigianale. Negli abiti e nelle giacche continua la sfilata di fibre pregiate e pattern dinamici seguiti da dettagli ricercati come bottoni personalizzati e catene da gilet.

Marco Zambaldo di Lardini

Marco Zambaldo di Lardini

Conquista anche il look Lardini con capotti doppiopetto modello Ulster dagli ampi revers confezionati attraverso importanti tessuti harringbone impreziositi da disegni overcheck. Le giacche, come il resto della collezione, propongono un inverno color sabbia con revers tondi in velluto e superfici gessate. Immancabili L.B.M. 1911 e Luigi Bianchi Mantova che disegnano giacche dai revers ampi con nuove vestibilità. Arrivano da Milano i cromatismi sofisticati di Paolo Pecora che per la prossima stagione invernale fa incontrare tinte tenui con l’esplosività di sfumature fucsia, blu elettrico e rosso fuoco. Soprabiti misto cashmere profilati in jersey e morbide giacche dalla vestibilità loose ma sartoriale.

L.B.M 1911

L.B.M 1911

Total look Paolo Pecora

Total look Paolo Pecora

Sartoriale è anche la collezione di Bagnoli Sartoria Napoli che cuce una giacca destrutturata con texture classiche, dalla riga al quadro, confezionando anche morbidi e caldi cappotti dal gusto decisamente trendy, pensati per coniugare stile ricercato con comfort e qualità. Trovano spazio a Pitti Uomo anche due nuovi progetti firmati Roy Roger’s: “denim evolution” riscrive l’iconico gubbino denim che si trasforma in un piumino o parka con profili in denim ed imbottitura in piuma d’oca certificata, “authentic” riporta alla luce modelli di jeans dell’archivio di Guido Biondi, direttore creativo del brand, assieme ad una vestibilità resa contemporanea. Sorprende con una doppia anima il brand Montecore che ci mostra il suo modo di vivere l’inverno. Capi più classici con fantasie Principe di Galles e tinta unita affiancati a giubbotti lunghi American style dalla vestibilità più ampia e modelli più corti ricchi di decorazioni o con superfici effetto lucido.

Evoluzione della giacca in jeans di Roy Roger's

Evoluzione della giacca in jeans di Roy Roger’s

Montecore

Montecore

Continua la ricerca su modelli e materiali la torinese PT che per le sue creazioni sceglie un fit più morbido abbandonando vestibilità skinny. Guarda al futuro la linea PT01 con tessuti jacquard e fantasie micro-animalier a decorare lane délavé, cashmere e cotoni giapponesi, mentre PT05 si trasforma in un denim simile ad un pantalone d’alta sartoria con tasca America ed inserti in tela Oxford.

PT05

Pantaloni Torino – PT05

Sostenibile ed Animal Free il nome di Save The Duck è urlato ancora a gran voce. Impermeabili e parka ispirati alla natura nordica e capi con imbottitura prodotta con materiale di recupero delle bottiglie di plastica. Grande palette di colori per Bark che riscrive i propri capi attraverso tonalità pastello unendo fibre tecniche a maglie lavorate

Save The Duck

Save The Duck

Bark

Bark

Si fanno strada in Brian Dales numerosi pattern e texture. Dal camouflage al pied de poule, passando per il più orientale Paisley e capi a costine color ocra. E se il settore dell’abbigliamento maschile promette grandi cose, non è da meno il mondo calzaturiero. Due i brand che anche quest’anno abbiamo voluto incontrare: Doucal’s e BePositive. Il primo più classico e pronto a soddisfare le esigenze di un moderno gentleman, il secondo nato dall’incontro tra moda e musica sotto il motto di “BePositive it’s an attitude”. Due universi apparentemente lontani tra loro per forma e stile ma più che mai affini per passione e dedizione al prodotto. Non scendono a compromessi Gianni e Jerry Giannini, i due fratelli marchigiani alla direzione di Doucal’s che dicono no a scorciatoie per conquistare il pubblico offrendo calzature dalla qualità artigianale impegnandosi ad assicurare prezzi giusti in linea con le richieste dei clienti.

Brian Dales

Brian Dales

Marco Zambaldo e Jerry Giannini di Doucal's

Marco Zambaldo e Jerry Giannini di Doucal’s

Concludiamo con BePositive, brand che osserva crescere il suo successo proprio dalla città di Treviso. Vitalità, divertimento e musica, sono questi gli ingredienti della nuova collezione A/I 18-19 che reduce dalla passata stagione continua a collaborare con il Dj Tommy Vee portando alla luce modelli nuovi ed unici. Anniversary con suole in gomma ultra light, guardiola in cuoio su tomaia abbinata ai vari colori della pelle di vitello e Vertigo con stampa a squame effetto snake bianca o nera. Scarpe dal minimalismo raffinato capace di coniugare i più alti livelli di un fashion innovativo e sportivo.

Termina così anche questo viaggio a Pitti Uomo 93. Come in un bel film usciamo dalla magica cornice della Fortezza da Basso con un sorriso e la voglia di vedere il sequel. Ma per questo già sappiamo che ci basterà attendere l’arrivo dell’inverno 2018. Nel frattempo chiudiamo gli occhi e come in Pane e Tulipani di Silvio Soldini ci ripetiamo che “…Bisogna solo sapere aspettare.

News
Contrassegnato , , , ,

My Paltò – Man Look 13

SHOP NOW! My Paltò - Man Look

In un’ epoca in cui tutto corre verso il futuro c’è chi non ha ancora smesso di guardare al passato per costruire il suo avvenire. A strizzare l’occhio agli anni passati un’azienda il cui nome si presenta già come una promessa: Paltò, la Fabbrica del cappotto. Recuperare i valori del vestire italiano,

SHOP NOW! My Paltò - Man Look

SHOP NOW! My Paltò - Man Look

SHOP NOW! My Paltò - Man Look

SHOP NOW! My Paltò - Man Look

SHOP NOW! My Paltò - Man Look

SHOP NOW! My Paltò - Man Look

è questo l’obiettivo della maison toscana che attraverso materiali ricercati, dettagli artigianali e personalizzati, ridisegna uno dei capi protagonisti della “Dolce vita” italiana apprezzato da stelle del cinema come Mastroianni, Paul Newman, Marlon Brand e Robert De Niro. Frutto di questa rinascita è il cappotto Duilio in misto lana, doppiopetto e con rever a punta lancia, esempio brillante di un made in Italy senza tempo. Simbolo d’indiscutibile qualità anche la giacca Etro in morbida lana e cotone, pensata per adattarsi ad ogni tipo di look, casual o formale. Scelgono un tono più sportivo la felpa con cappuccio di Brian Dales e la t-shirt Beethoven firmata Roy Roger’s, un capo tra i più comuni impreziosito da una stampa raffinata ed originale. Ritornano gli anni dei Roy Roger’s come jeans e lo fanno con un denim used effect dalla vestibilità asciutta con abrasioni e slavature. Ai piedi le scarpe del momento, le BePositive FLY MD in camoscio con suola in gomma rialzata per un comfort mai provato prima. Ideale per il lavoro, la borsa in pelle Orciani si immerge in una texture a nido d’ape minimal e dal gusto metropolitano, rappresentando al meglio l’eccellenza del made in Italy. Completano l’outfit un berretto Daniela Pi e un portachiavi Andrea D’Amico, veri e propri gioielli prêt-à-porter.

Style
Contrassegnato , , , , , , ,

Welcome 2018 – Man Look 135

Welcome 2018 - Man Look 135

Come vestirsi a Capodanno? Questo è il dilemma! Noi di Rione Fontana vogliamo proporvi alcuni consigli di stile per un look indimenticabile. La giacca in velluto, classico maschile senza tempo, torna di moda per questa collezione uomo Autunno Inverno. La maison italiana Tonello

SHOP NOW! Welcome 2018 - Man Look 135

SHOP NOW! Welcome 2018 - Man Look 135

SHOP NOW! Welcome 2018 - Man Look 135

SHOP NOW! Welcome 2018 - Man Look 135

SHOP NOW! Welcome 2018 - Man Look 135

SHOP NOW! Welcome 2018 - Man Look 135

SHOP NOW! Welcome 2018 - Man Look 135

SHOP NOW! Welcome 2018 - Man Look 135

SHOP NOW! Welcome 2018 - Man Look 135

 

propone un monopetto blu dalla vestibilità asciutta impreziosito da tasche a filetto e rever a punta lancia a cui affiancare l’eleganza di una camicia bianca da smoking. Destrutturato e casual chic, il modello plissettato Brian Dales opta per un collo italiano basso a punte corte con polso smussato. Sagomato, nero ed “elegante ma non troppo”, è questo l’identikit del pantalone per la fine dell’anno. Nine In The Morning firma FOLD: in morbido cotone, con pinces e con un raffinato dettaglio colorato sul fianco. Eterno amico dell’uomo è il cappotto Double Coat Fay in lana e cashmere con gilet imbottito removibile. Blu scuro, con spacco centrale posteriore e realizzato interamente in Italia. Capaci di fare la differenza, gli accessori trasformeranno il vostro look nel vero protagonista della serata. Sobrietà da vero gentleman per pochette Fefè e papillon Rione Fontana abbinati ad una fascia da smoking plissettata e ad un foulard in seta made in Italy. Per iniziare il 2018 con il piede giusto servono le scarpe giuste: stringate Doucal’s modello Oxford in pelle nera lucida, must have maschile per eccellenza. E ricordate: “chi si veste bene a capodanno, lo fa per tutto l’anno!”

Style
Contrassegnato , , , , , ,